• homepage_banner 09_1.jpg
  • homepage_banner 12_1.jpg
  • homepage_banner 05.jpg
  • homepage_banner 12.jpg
  • homepage_banner 01 liceo quadriennale.jpg
  • homepage_banner 11.jpg
  • homepage_banner 03_1.jpg
  • re2.png
  • homepage_banner 05_1.jpg
  • homepage_banner 07.jpg
  • homepage_banner 07_1.jpg
  • homepage_banner 02.jpg
  • homepage_banner 10.jpg
  • homepage_banner 04.jpg
  • homepage_banner 02_2.jpg
  • homepage_banner 03.jpg
  • homepage_banner 08 liceo quadriennale.jpg
  • homepage_banner 11_1.jpg
  • homepage_banner 06.jpg
  • Biomedico_logo2019-small.jpg

Liceo Scientifico Statale "Giovanni da Procida" - 84126 - SALERNO
Via Gaetano De Falco n.2 - (Sede Centrale) tel./fax +39 089.236665 - Via Urbano II  - 84125 Salerno (Sede Succursale) tel +39 089.252039
Codice Meccanografico:  SAPS020006  -  C.F.: 80023610654 - IBAN :  IT 93Q0760115 2000 0001 2256 848
email: saps020006@istruzione.it - saps020006@pec.istruzione.it

coronavirus image sito 2
cop comunicato rietriamo a scuola

In riferimento all’oggetto, si chiarisce quanto segue:

1) In caso di assenze scolastiche per motivi diversi da quelle indicate dai Protocolli COVID, è prevista la DDI richiesta dallo stesso alunno, in automatico, al momento del collegamento. Si ribadisce che, in questi casi, l’allievo è regolarmente assente nei suoi turni in presenza, pur seguendo la DDI.

2) In caso di assenze scolastiche indicate dai Protocolli COVID, è prevista la DAD per il periodo necessario.

Si ribadisce in questi casi che la comunicazione sullo stato dell’allievo ed eventuale richiesta di DAD va comunicata al Dirigente scolastico e per CC al Referente COVID, con mail all’indirizzo di posta elettronica della scuola.

Il DS avviserà il coordinatore di classe per attivare la DAD nelle classi che frequentano sempre in presenza.

Negli altri casi, gli allievi si possono collegare direttamente.

Questo tipo di assenza, opportunamente documentata, non viene considerata ai fini del limite massimo di assenze.

3) Può essere attivata, solo in casi eccezionali su indicazione del PLS, MMG e/ o Medico Competente, la DDI e in casi estremi la DAD, in caso di “ alunni fragili” così come specificato nel Documento di programmazione sanitaria, rivolto agli studenti e al personale scolastico per favorire il rientro a scuola in adesione al DPCM 07 settembre 2020( anche in allegato).

Elaborato da: - Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale - Direzione Generale per l’Istruzione - Ministero dell’Istruzione - Ufficio Scolastico Regionale per la Campania - Comitato regionale ex art. 24 per la Pediatria di Libera Scelta - Comitato regionale ex art. 24 per la Medicina Generale. In questo caso la richiesta al Dirigente scolastico segue il modello e la procedura indicata nell’avviso.21 del 29 settembre u.s.

Salerno, 6 Ottobre 2020

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Anna Laura Giannantonio

ALUNNI CON FRAGILITA’

Il Rapporto dell’ISS n° 58 /2020 indica la necessità di identificare all’interno della comunità scolastica i bambini e ragazzi che presentano condizioni di fragilità, che andrebbero tutelati attraverso una prevenzione più accorta e la precoce identificazione dei casi di COVID-19. Infatti le regole sul distanziamento fisico, per gli alunni con disabilità certificata, dovrà essere pianificata anche in riferimento alla numerosità, alla tipologia di disabilità, alle risorse professionali specificatamente dedicate, con la finalità per questi alunni del diritto allo studio in sicurezza. Il punto 1.2 del Rapporto ISS recita: “In questo contesto si rende necessario garantire la tutela degli alunni con fragilità, in collaborazione con le strutture socio-sanitarie, la medicina di famiglia (es. PLS, MMG, ecc.), le famiglie e le associazioni che li rappresentano. La possibilità di una sorveglianza attiva di questi alunni dovrebbe essere concertata tra il referente scolastico per COVID19 e la ASL, in accordo/con i PLS e MMG (si ricorda che i pazienti con patologie croniche in età adolescenziale possono rimanere a carico del PLS fino a 16 anni. Da ciò si evince la necessità di un accordo primario con i PLS che hanno in carico la maggior parte dei pazienti fragili fino a questa età, nel rispetto della privacy ma con lo scopo di garantire una maggiore prevenzione attraverso la precoce identificazione dei casi di COVID-19”. I genitori dei bambini con patologie croniche (AIR PLS 2015, allegato 2), prioritariamente quelle che riguardano le patologie dell’apparato cardiorespiratorio, le malattie oncologiche e le immunodeficienze, possono chiedere al loro Pediatra di famiglia di certificare la sussistenza di una patologia cronica e consegnare la certificazione alla Direzione Scolastica. Rientrano nel concetto di fragilità tutte quelle patologie che, sebbene non comprese nell’elenco suindicato, impediscono ai bambini e agli adolescenti di osservare le semplici raccomandazioni per contenere il contagio da Coronavirus (uso di mascherina, distanziamento sociale, etichetta respiratoria e igiene delle mani). Infatti scopo del Rapporto è la possibilità di avere una visione chiara della popolazione scolastica “fragile” per ciascun istituto, in modo da programmare un piano strategico per meglio garantire la sicurezza di questi alunni e intensificare la sorveglianza epidemiologica, assicurando a tutti il Diritto Costituzionale allo studio. “Particolare attenzione, quindi, andrebbe posta per evidenziare la necessità di priorità di screening in caso di segnalazione di casi nella stessa scuola frequentata. Particolare attenzione va posta agli studenti che non possono indossare la mascherina o che hanno una fragilità che li pone a maggior rischio, adottando misure idonee a garantire la prevenzione della possibile diffusione del virus SARS-CoV-2 e garantendo un accesso prioritario a eventuali screening/test diagnostici”. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo si potrebbero prevedere per gli alunni “fragili”: o un accesso distanziato nei tempi e luoghi; o una posizione in classe che consenta una migliore sorveglianza del docente; o l’allontanamento precauzionale in caso di sospetto COVID-19 in classe oppure un precoce isolamento; o uno screening più urgente in caso di sospetto COVID-19. Deve essere chiaro a tutti che questi alunni spesso rimarranno a casa per motivi precauzionali e che quindi la loro riammissione dovrà essere possibile con la autocertificazione dei genitori, altrimenti rischieremo di effettuare numerosi tamponi rino-faringei inappropriati e inutili.

FILES ALLEGATI:
FileDimensione del FileCreato
Scarica questo file (AVVISO.30 Richiesta di DAD e DDI.pdf)AVVISO.30 Richiesta di DAD e DDI.pdf421 kB2020-10-07 09:15
Scarica questo file (Regolamento D.D.I. 2020-21.pdf)Regolamento D.D.I. 2020-21.pdf592 kB2020-10-23 11:30

Ultime Photogallery

Torna all'inizio del contenuto